Tu sei qui: Portale

PloneGov: c'è, e funziona

 triangoloplone

Collaborare si può, tra Enti Pubblici, tra Enti e aziende, tra aziende: basta essere parte del modello comunitario del software libero. Questo è PloneGov: un raggruppamento informale di Enti che rilasciano a sé stessi e al mondo nuovo software libero, giovandosi del contributo delle aziende che in Italia e nel mondo fanno davvero free software.

PloneGov Italia

plonegov2012

PloneGov Italia, branca nazionale di un'iniziativa nata tra Belgio e Francia nel 2007, ha da tempo superato in attività e varietà di membri e di soluzioni le analoghe comunità nate all'estero.

CHI siamo

Siamo Enti Pubblici che hanno usato nel pratico e a proprio favore la possibilità di condividere software ed esperienze, investendo nella crescita della nostra consapevolezza e delle nostre competenze, e creando, anche in modo partecipativo, software sulla nostra misura, usando a nostro favore le dinamiche della comunità Plone, una delle più mature tra le community del free software a scala globale.

COSA offriamo

Offriamo software e progettualità: agli oltre mille prodotti Plone già disponibili come software libero, aggiungiamo quelli via via commissionati ai nostri fornitori o realizzati autonomamente,attraverso un rilascio al pubblico con licenze GPL o EUPL, o attraverso un contatto diretto che, per soluzioni complesse, può richiedere una convenzione tra ente offerente e ente riusante. Il modello, in ogni caso, è quello del riuso gratuito (ogni Ente riusante si assume le spese di installazione e personalizzazione del software offerto).

COME lavoriamo: organizzazione, budget, gestione

PloneGov non ha struttura formale, non ha organinon ha budgetnon ha carichenon ha costinon ha spese, come meglio illustrato nella descrizione del progetto. Si basa sulla"do-ocracy", ovvero sullo spirito di iniziativa dei propri membri che, a coppie o a piccoli gruppi, gestiscono le proprie relazioni e organizzano eventi. Correntemente, il presente sito è ospitato su un server della Camera di Commercio di Ferrara, ed è stato realizzato a titolo gratuito da RedTurtle, la free software company che, nel 2008, ha accompagnato Camera di Commercio di Ferrara, Comune di Modena e Regione Emilia Romagna nel processo di creazione di PloneGov Italia.

COSA chiediamo

Chiediamo agli Enti Pubblici che aderiscono, attraverso la semplice compilazione di un formulario online, di essere curiosi e disponibili  e interessati a collaborare, nei limiti delle proprie risorse. Tra i membri plonegov, Regioni, Province, Comuni, Università, Enti di Ricerca, Gestioni Associate.

L'iscrizione è gratuita e non comporta alcun obbligo, se non quello (non solo morale, ma scolpito nell' Art.69 del nuovo CAD) a rilasciare ad altri Enti richiedenti o al pubblico generale i componenti Plone commissionati a fornitori esterni o sviluppati in proprio. E' apprezzata la disponibilità a partecipare a meeting tecnici.

La sezione Presentazioni vi aiuterà a capire come funziona il modello che ci ispira: al centro di tutto, un'afferenza comune dei soggetti interessati, Enti Pubblici ed aziende fornitrici di servizi,alla comunità di riferimento: la community globale che crea e supporta Plone. Specifiche sezioni raccontano il valore di questa esperienza agli Amministratori Pubblici e ai responsabili IT dell'Ente.

Azioni sul documento
Ultime notizie
07/04/2014 PloneGov Italia al World Plone Day del 30 Aprile 2014 in Regione Emilia Romagna Per il 2014, il WPD, alla sua quarta edizione consecutiva in Regione Emilia Romagna, esplora il 30 Aprile nuove forme di coinvolgimento dei partecipanti, tra cui un sondaggio sui temi preferiti.
02/05/2013 Online le presentazioni del World Plone Day 2013 di Bologna Una pagina del sito PloneGov Italia raccoglie le presentazioni proposte il 24 Aprile
Altre notizie…
« agosto 2014 »
agosto
lumamegivesado
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031