Tu sei qui: Portale

PloneGov: c'è, e funziona

 triangoloplone

Collaborare si può, tra Enti Pubblici, tra Enti e aziende, tra aziende: basta essere parte del modello comunitario del software libero. Questo è PloneGov: un raggruppamento informale di Enti che rilasciano a sé stessi e al mondo nuovo software libero, giovandosi del contributo delle aziende che in Italia e nel mondo fanno davvero free software.

PloneGov Italia

plonegov2012

PloneGov Italia, branca nazionale di un'iniziativa nata tra Belgio e Francia nel 2007, ha da tempo superato in attività e varietà di membri e di soluzioni le analoghe comunità nate all'estero.

CHI siamo

Siamo Enti Pubblici che hanno usato nel pratico e a proprio favore la possibilità di condividere software ed esperienze, investendo nella crescita della nostra consapevolezza e delle nostre competenze, e creando, anche in modo partecipativo, software sulla nostra misura, usando a nostro favore le dinamiche della comunità Plone, una delle più mature tra le community del free software a scala globale.

COSA offriamo

Offriamo software e progettualità: agli oltre mille prodotti Plone già disponibili come software libero, aggiungiamo quelli via via commissionati ai nostri fornitori o realizzati autonomamente,attraverso un rilascio al pubblico con licenze GPL o EUPL, o attraverso un contatto diretto che, per soluzioni complesse, può richiedere una convenzione tra ente offerente e ente riusante. Il modello, in ogni caso, è quello del riuso gratuito (ogni Ente riusante si assume le spese di installazione e personalizzazione del software offerto).

COME lavoriamo: organizzazione, budget, gestione

PloneGov non ha struttura formale, non ha organinon ha budgetnon ha carichenon ha costinon ha spese, come meglio illustrato nella descrizione del progetto. Si basa sulla"do-ocracy", ovvero sullo spirito di iniziativa dei propri membri che, a coppie o a piccoli gruppi, gestiscono le proprie relazioni e organizzano eventi. Correntemente, il presente sito è ospitato su un server della Camera di Commercio di Ferrara, ed è stato realizzato a titolo gratuito da RedTurtle, la free software company che, nel 2008, ha accompagnato Camera di Commercio di Ferrara, Comune di Modena e Regione Emilia Romagna nel processo di creazione di PloneGov Italia.

COSA chiediamo

Chiediamo agli Enti Pubblici che aderiscono, attraverso la semplice compilazione di un formulario online, di essere curiosi e disponibili  e interessati a collaborare, nei limiti delle proprie risorse. Tra i membri plonegov, Regioni, Province, Comuni, Università, Enti di Ricerca, Gestioni Associate.

L'iscrizione è gratuita e non comporta alcun obbligo, se non quello (non solo morale, ma scolpito nell' Art.69 del nuovo CAD) a rilasciare ad altri Enti richiedenti o al pubblico generale i componenti Plone commissionati a fornitori esterni o sviluppati in proprio. E' apprezzata la disponibilità a partecipare a meeting tecnici.

La sezione Presentazioni vi aiuterà a capire come funziona il modello che ci ispira: al centro di tutto, un'afferenza comune dei soggetti interessati, Enti Pubblici ed aziende fornitrici di servizi,alla comunità di riferimento: la community globale che crea e supporta Plone. Specifiche sezioni raccontano il valore di questa esperienza agli Amministratori Pubblici e ai responsabili IT dell'Ente.

Azioni sul documento
Ultime notizie
20/10/2014 Nuovo Circondario Imolese - in linea il sito Plone Il Nuovo Circondario Imolese ha recentemente lanciato il nuovo sito istituzionale, realizzato con Plone
14/10/2014 Bandi di Gara e Contratti: la GdF è sempre più Plone! Il nuovo Portale Bandi di Gara e Contratti della Guardia di Finanza conferma l'importanza di Plone per il Corpo
Altre notizie…
« ottobre 2014 »
ottobre
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031